ALBERGHI E STRUTTURE

Hotel Verona

Hotel Verona

Hotel in centro, vicino al Parco pubblico

More...
Albergo Ristorante Capannina

Albergo Ristorante Capannina

Albergo vicino alle Terme, cucina con specialità locali

More...
Altri Alberghi e Strutture ricettive

Altri Alberghi e Strutture ricettive

Albeghi, Appartamenti, Camere, Ristoranti, Pizzerie etc.

More...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.
  • MAPPE
  • FOTO
  • VIDEO
  MAPPE

Scarica e consulta le nostre mappe del territorio di Recoaro

Consulta tutte le mappe >
  FOTO

Guarda le foto di Recoaro Terme

Consulta tutte le foto >
  VIDEO

Consulta i nostri video del territorio di Recoaro

Guarda i video sul territorio >

Chiamata di Marzo

 

 

OGNI 2 ANNI, UN'ANTICA TRADIZIONE CHE SI RINNOVA IN UNA SPETTACOLARE SFILATA...

A Recoaro Terme, nella provincia di Vicenza, si ripropone nell'ultima domenica di Febbraio - solo negli anni pari - la CHIAMATA DI MARZO: una grande, originale e festosa manifestazione che vede sfilare per le vie della cittadina termale centinaia e centinaia di figuranti in costume, che in gruppi, a piedi o sui carri allestiti con ogni genere di scenografie, mettono in mostra una straordinaria serie di oggetti, attrezzi e testimonianze della civiltà e della tradizione "cimbra".

Le storie, i mestieri, i prodotti ed il folclore del passato recoarese rivivono in una fantasmagorica girandola di scorci e di dettagli recuperati dai secoli. Un gioioso momento di riscoperta del passato, unico nel suo genere per originalità e suggestione.

 

I CARRI:

Uomini e donne, attrezzi e costumi, bambini e animali, tutto ciò, insomma, che va a formare il quadro antico e vivo della montagna recoarese e dei suoi abitatori di un tempo, diviene protagonista nella rievocazione della CHIAMATA DI MARZO. Testimoni e attori di una tradizione che si ripete ogni due anni, con rinnovato entusiasmo e partecipazione crescente.

LA STORIA:

La CHIAMATA DI MARZO è una delle più antiche e caratteristiche manifestazioni della tradizione e del folclore di Recoaro Terme, la cui origine si perde nella notte dei tempi. Da varie attestazioni si sa che la festa era ancora celebrata con grande entusiasmo e partecipazione nel secolo scorso e fino agli anni '20 di questo secolo, per poi via via declinare a partire dal periodo fra le due guerre mondiali.

A partire dal 1979 l'Amministrazione Comunale ed un apposito Comitato, coadiuvati dall'Azienda Autonoma di Cura e Soggiorno, dalla Cooperativa Culturale e dalla Biblioteca Comunale, promossero il rilancio della manifestazione allo scopo di far conoscere e rivivere la sua natura folcloristica ed il suo significato storico-culturale, organizzando la partecipazione di gruppi in costume e carri allegorici allestiti nel rispetto dell'antica tradizione locale. Una trentina di carri e gruppi, centinaia di persone in sfilata in una cornice di pubblico numerosissimo e festante: questo lo straordinario successo della prima edizione rievocativa.

La manifestazione si è poi ripetuta con ancora maggiore risonanza e ulteriori adesioni (oltre 50 carri e più di 900 persone in sfilata) a scadenza biennale negli anni successivi. La CHIAMATA DI MARZO insomma è tornata a vivere nell'antico e colorito sfondo di festa che tanti anni fa la caratterizzava.

La festa cadeva nell'ultima domenica di febbraio. Allora essa era la manifestazione spontanea della gioia che invadeva gli animi della gente di montagna, costretta a restare chiusa nella case e nelle stalle per quattro o cinque mesi, quando il primo tepore primaverile scioglieva il ghiaccio che d'inverno interrompeva i rapporti e le normali comunicazioni sia fra le contrade che con il centro del paese. Verso l'imbrunire, dopo essersi radunati a frotte nelle loro contrade, centinaia di pastori, mandriani, contadini, e le loro famiglie scendevano in paese, abbigliati con fogge e costumi stravaganti, in corteo compatto tra un frastuono indiavolato.

Ornamenti fatti di rami e fronde, abiti vecchi dai colori vari e vivaci, stelle alpine sul cappello alla montanara costituivano l'abbigliamento maschile, mentre le contadinelle e le montanare indossavano gli abiti migliori, adorne di trine, merletti e dei primi fiori. E in mezzo al grande, allegro corteo non potevano mancare gli animali: somarelli riccamente adornati e infiorati, buoi, capre e perfino conigli e galline, che insieme agli uomini avevano condiviso i lunghi giorni dell'isolamento invernale. Tutti si ritrovavano nella piazza con i propri attrezzi di lavoro, i propri armenti e con ogni possibile arnese trasportabile...

 

COMITATO PER LA CHIAMATA DI MARZO
Via Roma, 25 - 36076 - Recoaro Terme (VI)
Tel 0445 75070 - Fax 0445 780277
www.chiamatadimarzo.com - info@chiamatadimarzo.com