ALBERGHI E STRUTTURE

Hotel Verona

Hotel Verona

Hotel in centro, vicino al Parco pubblico

More...
Albergo Ristorante Capannina

Albergo Ristorante Capannina

Albergo vicino alle Terme, cucina con specialità locali

More...
Altri Alberghi e Strutture ricettive

Altri Alberghi e Strutture ricettive

Albeghi, Appartamenti, Camere, Ristoranti, Pizzerie etc.

More...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.
  • MAPPE
  • FOTO
  • VIDEO
  MAPPE

Scarica e consulta le nostre mappe del territorio di Recoaro

Consulta tutte le mappe >
  FOTO

Guarda le foto di Recoaro Terme

Consulta tutte le foto >
  VIDEO

Consulta i nostri video del territorio di Recoaro

Guarda i video sul territorio >

Il Giardino Botanico Alpino San Marco


"LA FAVORITA"

in allestimento

 

Il Giardino Botanico Alpino San Marco

Anno Fondazione: 1961

Indirizzo: S.S. 46, Km 44, località Passo Pian delle Fugazze, Valli del Pasubio, Vicenza

Indirizzo invernale e gestione: Comunità Montana Leogra Timonchio, Largo Fusinelle, Schio.

 

Telefono: 0445 590228 – 530533

 

Posizione: latitudine 45° 45’ 20” N, longitudine 10° 20’ 11” E

 

Quota media: 1040 m slm

Superficie totale: 10.000 metri quadrati

Visite: apertura al pubblico nel periodo estivo (da metà maggio a fine agosto). I giorni e gli orari di apertura sono stabiliti di anno in anno. Per le visite guidate telefonare ai numeri sopraindicati. Per ulteriori informazioni, contattare la Comunità Montana Leogra Timonchio.

Il Giardino alpino S. Marco di Valli del Pasubio, si sviluppa su una superficie di circa un ettaro, circondato dai gruppi rocciosi delle Piccoli Dolomiti Venete.

L’area un tempo adibita a pascolo, si trova all’interno di una faggeta. Nel giardino vengono coltivate specie naturali presenti nelle Prealpi orientali soprattutto della fascia montana-subalpina, a terreno basico.

L’area seppur ristretta presenta una grande varietà di situazioni ambientali, conciliabili con le diverse esigenze ecologiche delle essenze coltivate. In alcuni casi sono state riunite specie affini, in modo da poter confrontare le differenze morfologiche che le contraddistinguono e poterne cogliere la grande varietà di forme.

Il Giardino presenta inoltre alcuni ambienti caratteristici: la faggeta, la zona umida e il prato montano; qui le specie non sono coltivate ma vengono soltanto indicate al momento della fioritura. Questi ecosistemi hanno una grande valenza dal punto di vista didattico ambientale.

Resta fermo l’importante obbiettivo di far conoscere la Natura per poi poter farla rispettare.



Il Giardino si trova nel comune di Valli del Pasubio, nell’alta Val Leogra, in provincia di Vicenza, ad una altitudine media di 1040 m s.l.m. E’ ubicato al limite tra le province di Vicenza e Trento, al Km 44 della S.S. 46 che collega Vicenza con Rovereto. Deve il suo nome al Santo cui è dedicata la chiesetta poco lontana da esso nei pressi del passo Pian delle Fugazze. Il Giardino Alpino San Marco si estende su un’area di un ettaro; circa un terzo è occupato da un bosco di faggio, mentre il resto è occupato dal prato montano, da una zona umida, da una zona di semina e da “roccere”.Nel Giardino vengono coltivate quasi esclusivamente specie provenienti dal territorio limitrofo delle Piccole Dolomiti Venete e in parte provenienti dalle Prealpi Venete o dalle Prealpi meridionali orientali. All’interno del Giardino è presente un edificio polifunzionale con una sala conferenze, un piccolo laboratorio-biblioteca e un ricovero attrezzi. Attualmente vengono valorizzati gli ambienti naturali come la faggeta, il prato montano e la zona umida. Mentre la faggeta e il prato montano possono definirsi naturali, in quanto il Giardino si trova all’interno di una vasta faggeta e le radure prative presenti hanno la stessa origine di quelle esterne, cioè per disboscamento, la zona umida è del tutto artificiale, pur presentando un adeguato grado di naturalità. Nei vari ambienti vengono indicate nel corso della stagione le specie vegetali che si susseguono nella fioritura; una serie di tabelle didattiche relative ai diversi ecosistemi accompagnano inoltre il visitatore descrivendo non solo esclusivamente aspetti botanici, ma anche altri aspetti a carattere naturalistico. Un settore del Giardino, quello prospiciente alla sala polifunzionale, presenta la tipologia delle “roccera”. Questa parte è stata inoltre predisposta e resa accessibile anche ai diversamente abili. Una mappa all’ingresso e un libro guida, di recente pubblicazione, facilitano la visita e arricchiscono le informazioni relative alle varie essenze vegetali. Il Giardino è gestito dalla Comunità Montana Leogra-Timonchio, mediante collaborazioni esterne.

 

Domenica 13 maggio alle ore 10.00 riapre il Giardino Alpino S.Marco di Valli del Pasubio. L’area, posta all’interno di una faggeta, si sviluppa su una superficie di circa un ettaro e presenta specie naturali presenti nelle prealpi orientali, soprattutto della fascia montana-subalpina.
Il Giardino presenta inoltre alcuni ambienti caratteristici: oltre alla faggeta, una zona umida e il prato montano, con una varietà di specie non coltivate, contrassegnate da indicatori al momento della fioritura. In alcuni casi sono state riunite specie affini, in modo da poter confrontare le differenze morfologiche, permettendo quindi al visitatore di cogliere la grande varietà di forme.
Il Giardino ha una grande valenza dal punto di vista didattico-ambientale, con l’obiettivo primario di far conoscere aspetti particolari dell’ambiente per educare al rispetto della Natura.
In occasione dell’apertura il Dr. Nicola Casarotto terrà una conferenza avente per tema “Le Primulaceae nel Vicentino” cui seguirà una visita guidata del Giardino.
Domenica 22 luglio, sempre alle ore 10.00, si terrà, a cura della dr.ssa Alessandra Todesco di Schio, una visita guidata del giardino avente per tema “Le Piante Officinali del Giardino” con l’illustrazione degli usi e delle proprietà delle piante. Inoltre mercoledì 15 agosto è prevista una “Escursione naturalistica guidata sul Pasubio” da galleria d’Havet al Rifugio Papa ,aperta a tutti, con ritrovo alle ore 9,00 presso il Giardino Alpino.
Nel corso del corrente anno il Giardino Alpino S.Marco sarà aperto tutti i sabati e le domeniche a partire dal 13 maggio al 2 settembre e dal 6 al 17 agosto dalle ore 14,00 alle ore 19,00. Sono possibili inoltre visite guidate per gruppi, su prenotazione, durante tutta la stagione.
Per informazioni gli interessati possono rivolgersi agli uffici della Comunità Montana Leogra – Timonchio Largo Fusinelle, 1 Schio, tel 0445 530533, fax 0445 530009, e-mail: info@cmleogratimonchio.it

 

Giardino Botanico Alpino San Marco si trova in provincia di Vicenza, nel Comune di Valli del Pasubio, nell’alta Val Leogra, alle pendici del monte Pasubio. E’ ubicato al limite tra le province di Trento e Vicenza, al Km 44 della S.P. 46, la quale collega Vicenza con Rovereto. Si trova ad una altitudine media di 1040 m s.l.m. e si estende per circa 10.000 m . Il Giardino fu fondato nel 1961 dal geometra Ferdinando Barbato, attualmente è gestito dalla Comunità Montana Leogra Timonchio e ne è curatore il dott. Nicola Casarotto. Esso deve il suo nome al Santo cui è dedicata la chiesetta poco lontana da esso nei pressi del passo Pian delle Fugazze. Nel Giardino vengono coltivate specie naturali provenienti dal territorio limitrofo delle Piccole Dolomiti Venete, ma anche in parte provenienti dalle Prealpi Venete o dalle Prealpi meridionali-orientali. L’area, seppur ristretta, presenta una grande varietà di situazioni ambientali, conciliabili con le diverse esigenze ecologiche delle essenze coltivate. Un settore del Giardino presenta la tipologia delle “roccere” con i relativi “cucchiai” di terreno in cui sono coltivate le varie specie. In alcuni casi sono state riunite specie affini, in modo da poter confrontare le differenze morfologiche che le contraddistinguono e poterne cogliere la grande varietà di forme. Il rango di affinità può essere di vario tipo: specie congeneri, come le specie appartenenti al genere Saxifraga, Geranium, Lonicera; specie che appartengono alla stessa famiglia, come le specie della famiglia delle Orchidaceae; oppure specie che appartengono a ranghi tassonomici superiori, come quelle che appartengono alla divisione Pteridophyta. Il Giardino presenta inoltre alcuni ambienti caratteristici: la faggeta, la zona umida ed il prato montano; qui le specie non sono coltivate, ma vengono soltanto indicate al momento della fioritura. Tutto il percorso è corredato da una serie di pannelli illustrativi che illustrano aspetti non solo strettamente botanici ma anche a carattere generale naturalistico.

(Visualizzazione ingrandita della mappa)

Giardino Bo...
Giardino Botanico Alpino Giardino Botanico Alpino

Parco la Favorita - Valdagno


"LA FAVORITA"

Parco La Favorita - viale accessoIl parco della Favorita a Valdagno è un giardino monumentale straordinario e prezioso, un vero polmone verde che è stato ideato dal conte Gaetano  Marzotto e realizzato  apartire dagli anni 30 a ridosso della "Città Sociale" da F. Bonfanti. Doveva contenere una villa (mai completata), fontane, serre e un'azienda agricola. Passato all'amministrazione comunale rappresenta oggi, uno spazio pubblico per la Città unico per diversi e qualificati usi legati al tempo libero e alla cultura.

 

Giardino dei Sogni


Ingresso del Giardino dei SogniA Monte Magrè di Schio, in un bellissimo contesto naturale rivolto al sole, tra colline digradanti verso la pianura, si trova un piccolo appezzamento di terreno di circa 1.500 metri quadrati, acquistato nel 1990 e trasformato, dopo anni di lavoro, in un meraviglioso giardino dove sono state messe a dimora oltre trecento specie di piante.

Orario: Sempre visibile

Ingresso: gratuito

Parcheggio auto: Sì posti: 30

Distanza: da Recoaro Terme 15,4Km